Area riservata

Certificati & dichiarazioni rilasciati dall’Ordine

Certificazioni rilasciate dall' Ordine

certificati che vengono rilasciati dalla Pubblica Amministrazione (come gli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri) in ordine a stati, qualità personali e fatti sono validi esclusivamente nei rapporti privati, in quanto dal 1 gennaio 2012  (Art. 15 della Legge 183/2011), non possono essere più richiesti dagli esercizi pubblici che hanno l’obbligo di “acquisire d’ufficio” le informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive e dell’atto di notorietà, nonché tutti i dati e i documenti di interesse, e ad effettuare i dovuti controlli e corrispondenze.

Tali certificazioni, continuano ad essere rilasciate dalla P.A. su richiesta del cittadino per fini privati, ma sono assoggettate al pagamento dell’imposta di bollo, pari ad € 16,00.- e dei diritti di segreteria, per ciascun certificato ad esclusione degli usi indicati nel Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642.

Pertanto, in ordine al rilascio di certificati di iscrizione da presentare ad un ente privato (assicurazioni, ecc.) si sottolinea che debbono essere rilasciati in bollo e non possono essere utilizzati nei rapporti con le pubbliche amministrazioni o i gestori di pubblici servizi!

Ai fini della eventuale esenzione al momento della richiesta dovrà essere dichiarato l’uso che, qualora risulti ammissibile, sarà riportato nella certificazione.
I certificati di iscrizione che vengono presentati alle autorità estere devono essere provvisti di marca da bollo.

Chi necessita di un certificato di iscrizione deve esibire al momento della richiesta presso la Segreteria dell’Ordine la marca da bollo pari ad €uro 16,00.-.

 

Elenco dei casi di esenzione dall’imposta di bollo previsti dalla normativa vigente in materia – D.P.R. n. 642/1972 – Tabella B.

I certificati possono essere richiesti esclusivamente per i seguenti fini:
– se destinati a privati in Italia;
– per l’estero;

Si ricorda agli iscritti che nei rapporti con gli organi della pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000.

Esempi per certificati soggetti all’imposta di bollo pari ad €uro 16,00.-:

  • Certificati di iscrizione;
  • Certificato relativo al proprio status formativo con i crediti ECM
  • certificato Good Standing

ALLEGATI:

RICHIESTA CERTIFICATI IN BOLLO

autocertificazione2012

DichiarazioneSostitutivaAttoNotorio

 

 

COM_54_certificati – imposta di bollo

direttiva_ministro_n14-11 certificati e dichiarazioni sostitutive